C'è l'amore per la Terra, che è femmina, come tutto questo romanzo, femmina fino nel midollo...

L'incipit è un pugno nello stomaco: duro, feroce, scabroso. E allora pensi: sarà un libro tormentato. E invece no, non solo. C'è il tormento, ma c'è anche il superamento. C'è che si impara ad attraversare il deserto che è la tua vita e a non tornare più indietro. C'è che si impara il gusto amaro del caffè e ci si trova la dolcezza di fondo. C'è l'amore per la Terra, che è femmina, come tutto questo romanzo, femmina nel midollo, femmina che fa nascere e rinascere. Davvero un'opera stupenda, di cui non vi dico nulla per ciò che attiene la trama.
Cetta De Luca



Tutte le recensioni